Alternativ@Mente - a cura di Enrico Del Vescovo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ambiente

Progetto “Centralità Romanina”: i cittadini non ci stanno.

E-mail Stampa PDF

finanza2.jpg di Enrico Del Vescovo, presidente di ITALIA NOSTRA Castelli Romani.

E’ già noto da tempo come la crescita urbanistica di Roma è destinata a stringere i Castelli Romani  in una morsa irrefrenabile ed i primi a farne la spese, chiaramente, sono i comuni limitrofi di Frascati, Grottaferrata e Marino, con conseguenze devastanti per il territorio e la qualità della vita dei cittadini, con effetti che, del resto, sono ormai già abbastanza manifesti ed, in prospettiva, saranno sempre più gravi. Nei prossimi anni si prevedono enormi colate di cemento pari a svariati milioni di metri cubi, tali da perfezionare la saldatura mortale tra Roma ed i comuni limitrofi citati.

Leggi tutto...

La conferenza sul clima di Durban

E-mail Stampa PDF

global-warning.jpgRiceviamo da Asud.

Si conclude la 17° Conferenza Onu sul clima di Durban, Sudafrica. Dopo due settimane di lavori il solo commento possibile è che l'obiettivo numero uno, ovvero la riduzione di emissioni, è fallito. Kyoto scade tra un anno e  non c'è consenso su un nuovo regime vincolante. Unico impegno: la continuazione delle negoziazioni per arrivare ad  un patto entro il 2015, la cui validità potrebbe partire dal 2020. Decisamente troppo tardi per la scienza - che parla del picco massimo entro il 2015 - e per evitare la catastrofe, ovvero un aumento della temperatura media di circa 4°c (7 in  Africa) l'inabissamento di molti stati insulari e di migliaia di km di coste, desertificazione, eventi climatici estremi, e  350mila vittime l'anno destinate ad aumentare, di cui fanno parte anche le vittime delle alluvioni italiane di questo  autunno.

Leggi tutto...

Lettera al prof. Monti: proposta di abolizione del 7% per gli inceneritori.

E-mail Stampa PDF

inceneritore.jpgRiceviamo e volentieri pubblichiamo

di Federico Valerio.

Egregio prof. Monti, Le scriviamo per chiederle di porre fine ad una vera e propria truffa che, da diversi anni si sta attuando a danno di tutte le imprese e le famiglie italiane: la tassa del 7% sui consumi elettrici per sovvenzionare (teoricamente) le fonti di energia rinnovabile. Sottopongo alla Sua attenzione e a quella del suo ministro all'Ambiente, dr. Clini, l'opportunità di abolire subito tutti gli incentivi (Certificati Verdi) attualmente dati a chi produce elettricità bruciando direttamente "biomasse", comprese quelle presenti nei rifiuti urbani. Questa scelta non è affatto "ecologica", come in apparenza può sembrare e si vuol far credere.Grazie al sicuro e facile guadagno garantito dai certificati verdi, in Italia, insieme a nuovi inceneritori, stanno entrando in funzione centinaia di centrali elettriche alimentate con cippato di legna, paglia e oli vegetali, in molti casi oli provenienti dall'Africa e addirittura dall'Indonesia.

Leggi tutto...

Alluvione nelle Cinque Terre: tanta pioggia + alvei strada = disastro inevitabile

E-mail Stampa PDF

irpinia.gifdi Franco Ortolani, professore ordinario di geologia all'Università di Napoli.

I centri abitati delle Cinque Terre, Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore, sono stati
riconosciuti dall'UNESCO, nel 1997, Patrimonio Mondiale dell'Umanità (582 siti in tutto il mondo).
La motivazione che ha riconosciuto le Cinque Terre un monumento dell’uomo e della natura è la seguente: "La regione costiera ligure nella zona delle Cinque Terre costituisce un patrimonio di alto valore paesaggistico e culturale. La disposizione e la conformazione dei piccoli paesi e dei terrazzamenti sulle colline che li circondano, costruiti sormontando le difficoltà di ripidi e scoscesi terreni, racchiude chiaramente in se la storia e la cultura degli insediamenti di questa regione nel corso di un millennio.

Leggi tutto...

Alluvione a Genova ed alle Cinque Terre: emergenza climatica e latitanza della politica. Guardando a Durban

E-mail Stampa PDF

alluvione.jpgRiceviamo e volentieri pubblichiamo

di Marica Di Pierri

Quanto è avvenuto ieri a Genova era purtroppo ampiamente prevedibile. Non è la prima e probabilmente non sarà l'ultima volta che si perdono vite per responsabilità precise, imputabili ad una politica miope e ormai indifendibile. Neppure si può continuare a far scorrere copiose - ogni volta come fosse la prima - lacrime di coccodrillo di istituzioni, parlamentari, enti locali di fronte alla morte, in realtà evitabile, di cittadini e cittadine del nostro bel Paese.

Leggi tutto...

Piano casa: una nuova colata di cemento e niente alloggi popolari per le famiglie.

E-mail Stampa PDF

casa-roma66.jpgRiceviamo e pubblichiamo.

di Gualtiero Alunni

Devastante aggressione ai parchi, aree agricole e protette, coste e zone montuose sotto tutela integrale. Con l’approvazione della legge regionale definita “piano casa”, si darà il via libera nel Lazio a una colata di cemento pari a 50 milioni di mc; si perderanno 1.500 ettari di parchi, 500 ettari di aree agricole, oltre 3.000 ettari di aree attualmente destinate a verde e servizi. Si danneggeranno le aree pregiate del territorio, le città storiche, le attività agricole. Si autorizzeranno 6000 condoni.

Leggi tutto...

Napoli-Scampia sommersa da una nube nera

E-mail Stampa PDF

Rifiuti a Scampia Riceviamo e volentieri pubblichiamo

di Lucia Ciaurro

A qualcuno, chissà, potrà interessare, al Sindaco sicuramente dovrà interessare, perché è nei suoi compiti istituzionali garantire il diritto alla sicurezza e alla salute dei suoi concittadini. Stasera qui a Scampia, e non solo l'aria è decisamente irrespirabile. Tutta la zona a ridosso del campo rom di Scampia è immersa in una grande nuvola nera e la DIOSSINA sta continuando ad espandersi senza che nessuno faccia niente, senza che nessuno, nessuna Istituzione e/o autorità di controllo, abbia mai fatto realmente qualcosa !!!

Leggi tutto...

Le ragioni del SI contro il nucleare

E-mail Stampa PDF

Una centrale nucleareCome spesso accade in TV, i tempi veloci dei programmi non consentono al dibattito di chiarire punti importanti o affermazioni inesatte, che purtroppo restano non contraddette. Pippo Onufrio di Greenpeace ha cercato di fornire dati e informazioni, ma il tempo concesso a lui è stato troppo poco. Ieri in Anno Zero, il responsabile dei Giovani PdL ha sostenuto: "Lo tsunami che ha colpito Fukushima è stato un evento eccezionale che in Italia non può accadere".  Santoro non ha obiettato. In verità, lo tsunami dell'11 marzo è stato di 14 metri, contro una barriera protettiva della centrale atomica di 5,4 metri, mentre lo tsunami che ha distrutto Messina e Reggio nel 1908 è stato di 13 metri. Purtroppo la gente va in TV e parla a vanvera.

Leggi tutto...

Finalmente pubblicati dall'ACEA i dati sull'arsenico in alcuni comuni dei Castelli Romani

E-mail Stampa PDF

AcquaFinalmente pubblicati dall'ACEA i dati relativi al contenuto di arsenico presente nell'acqua del rubinetto dei comuni maggiormente a rischio di arsenico dei Castelli Romani. Per ogni riga si legge in corrispondenza al serbatoio analizzato il contenuto di mg di arsenico per litro. Si osservi che il limite non deve superare i 10 mg per litro affinchè l'acqua possa essere ritenuta potabile.

Leggi tutto...

Pagina 3 di 8

Registrazione del Tribunale di Velletri n.29 del 22/12/2006