Alternativ@Mente - a cura di Enrico Del Vescovo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il paradosso scandaloso del sistema elettrico italiano

centrale-elettrica.jpgdi Enrico Del Vescovo* e Giorgio Ferrari **

Credo sia molto importante analizzare e divulgare il seguente breve ma pregevole lavoro di ricerca, svolto ed inviatomi gentilmente da Giorgio Ferrari.  L’esposizione seguente riesce infatti con poche, ma chiarissime argomentazioni, ad illustrare limpidamente le contraddizioni ed i paradossi gravissimi che contraddistinguono il sistema elettrico attuale del nostro paese. Di tali questioni raramente si parla da parte dei politici e dei mezzi di comunicazione di massa, mentre invece, per la loro stessa gravità, le problematiche del nostro sistema elettrico dovrebbero costituire oggetto fondamentale del dibattito politico attuale, visto che si tratta di fatti che incidono pesantemente sulla vita economica e sociale del nostro paese con conseguenze rilevanti anche per il nostro stesso futuro.

Leggi tutto...

Lazio, nomine Zingaretti: Corte dei conti indaga dopo l’esposto M5S

beppe-grillo.jpg di Martina Castigliani 

La Corte dei Conti del Lazio apre un’istruttoria sull’attività del neo eletto governatore della regione Nicola Zingaretti. Se l’era delle spese pazze e degli scandali di Renata Polverini sembrava archiviata per lasciare spazio al cambiamento, il nuovo capitolo si apre all’insegna degli ostacoli per la giunta guidata dal Partito democratico. La magistratura contabile ha ritenuto “fondato” l’esposto dei consiglieri del Movimento 5 Stelle in merito ad alcuni punti della nuova gestione, tra cui “nomine dirigenziali, consulenze esterne e sprechi”. Il testo, consegnato alla Procura di Roma il primo luglio 2013, ha ricevuto risposta questa mattina, con la decisione di dare il via alla procedura di istruttoria. La prima reazione del Presidente, alla notizia dell’esposto, era stata quella di minacciare querela: “Regole rispettate, nessuna fondatezza delle accuse”. Ma poi, contro i consiglieri a 5 Stelle, non arrivò nulla di concreto.

Leggi tutto...

Disastro ambientale a Giugliano in Campania

decrescita.jpg C'è un pezzo di Campania che è morta per sempre, irrecuperabile, impossibile da bonificare. 20 chilometri quadrati che si estendono nell'area ex Resit di Giugliano, una delle 'capitali' della famigerata 'terra dei fuochi', dove si sta consumando il più grande disastro ambientale d'Italia. A dirlo è l'Istituto Superiore di Sanità (Iss), in un documento choc anticipato dal Mattino. Un'area grande 10 volte il Vomero, uno dei principali quartieri di Napoli, assassinata dall'ecomafia e delle connivenze politiche, che hanno reso possibile la creazione di un infinito numero di discariche. Il 20% del territorio di Giugliano viene considerato "a rischio", l'Iss considera fortemente inquinata tutta la zona che si estende da Villaricca fino al litorale Domiziano. Il livello di inquinamento "si estende nelle falde acquifere, per 2mila ettari".

Leggi tutto...

Il vulcanologo Nakada Setsuya: il Vesuvio è destinato ad eruttare ed anche Napoli corre il pericolo di catastrofe.

urlasilenzi.jpg di Alessandro Lugli

Sarebbe meglio stilare, un piano di protezione serio, onde evitare spiacevoli sorprese.immagini  Il Vesuvio a rischio eruzione? Il pensiero del vulcanologo Nakada Setsuya. Tutti sappiamo che il Vesuvio, vulcano che rende ulteriormente bella e caratteristica la città di Napoli, ha un focolaio attivo, nel senso che ha tutti i crismi di un vero cratere capace di emettere lava, un po' come l'Etna a Catania. Ebbene, uno dei migliori vulcanologi del mondo, ossia il giapponese Nakada Setsuya, è convinto che prima o poi il famoso vulcano campano erutterà, provocando gravi danni a tutta la città del capoluogo campano.

Leggi tutto...

Bufale e mandriani. Dalla Val Susa.

notav_17_12_2005.jpgRiceviamo e volentieri pubblichiamo.

In realtà più “pistoleri” che “mandriani”. La prateria contesa giace sul tracciato della Torino-Lione, in questa storia quali sono le bufale? E chi sono i mandriani? Bufale: per tutto il pomeriggio del 26 agosto, i giornali italiani, incapaci di tradurre dal francese, parlavano degli espropri in Francia, dicendo che sarebbero partiti entro 15 giorni,in realtà i giornali francesi riportando il decreto di “Utilitè publique” parlavano di espropri da attuare entro il 2030, quindi tra 17 anni. Tra i pochi ad accorgersene il blog di Gad Lerner. Evidentemente le pistole fumanti erano quelle dei giornalisti poliglotti per “convenienza”; attenzione convenienza nel senso che traducono che cazzo vogliono, mica per soldi o carriera!

Leggi tutto...

Massacro in Egitto

cairo-8-luglio-6.jpgIl precipitare della situazione in Egitto obbliga tutte le persone di buona volontà alla riflessione ed alla denuncia aperta. Per questo Alternativ@Mente pubblica il seguente articolo che ci sembra illuminante anche se, forse, per certi versi,  persino troppo equilibrato. Enrico Del Vescovo.

di Alfonso Gianni

Come già nel caso della Siria - ci fermiamo qui senza retrocedere oltre per carità di patria - il mondo osserva attonito e impotente i nuovi massacri in atto in Egitto. Diversi cercano di fornire interpretazioni che servano da guida per eventuali atteggiamenti e comportamenti. Ma francamente nessuna di queste interpretazioni appare completamente convincente.

Leggi tutto...

ITALIA NOSTRA dice NO alla discarica della Falcognana

rifiuti1.jpgNo alla discarica nella storica tenuta della Falcognana, situata dal 2010 nel vincolo paesaggistico dal ministro dei beni culturali Bondi. Occorre ribadire: basta continuare a distruggere l’agro romano con il cemento, con discariche e impianti inquinanti. Italia Nostra si opporrà decisamente alla decisione di localizzare una discarica di rifiuti nella cava della Soc. Ecofer  nella tenuta storica della Falcognana. Nello studio del 1984 per il Parco dell’Appia Antica dell’Arch. Vittoria Calzolari la tenuta veniva indicata  come area contigua da tutelare al pari del parco. Il Ministro dei Beni Culturali, Bondi, il 25 gennaio 2010 ha vincolato con “Dichiarazione di Notevole Interesse Pubblico” (DNIP) il comprensorio dell’Agro tra la  via Ardeatina e la via Laurentina,

Leggi tutto...

La protesta in difesa dei disabili

disabili.jpg di Sara Lauricella

Marcoledi 31 luglio 2013 protesta a doppio fronte dinanzi al palazzo istituzionale di Montecitorio. Già dal 23 luglio una rappresentanza di disabili che attendono risposte riguardo l’avvio della sperimentazione del “metodo Stamina” sono in protesta sotto il sole cocente di quest’estate in attesa di essere almeno ricevuti dal Ministro della Salute o da un incaricato ed a loro alle 16.30 si aggiungeranno il Comitato delle Famiglie disabili gravi e gravissimi per protestare verso il decreto che approverebbe l’inserimento nel modello ISEE di tutte le voci relative ai sostegni economici elargiti dallo stato a parziale tutela delle persone con disabilità.

Leggi tutto...

Ricordiamo Margherita Hack

 margherita-hack1.jpgdi Luca Mazzucato

Novantun anni, matriarca dell'astronomia italiana, punto di riferimento della sinistra italiana e delle battaglie per i diritti civili, senz'altro la più amata tra i cittadini triestini. Con la sua forza instancabile, la schiena dritta e l'inconfondibile accento fiorentino, le sue crociate per la laicità dello Stato e l'accesso ai saperi hanno acceso l'entusiasmo di generazioni dopo generazioni di scienziati, attivisti e compagni in tutto il Paese. Insomma una stella tra le stelle. Questa era Margherita Hack. Dopo essere andata in pensione dalla cattedra di Astronomia dell'Università di Trieste, a metà degli anni Novanta, invece di ritirarsi a vita privata, decise di dedicarsi anima e corpo all'attività politica e alla divulgazione scientifica, per lei due facce della stessa medaglia.

Leggi tutto...

Presentazione del Parlamento elettronico proposto dal Movimento 5 stelle

beppe-grillo.jpgRiceviamo e volentieri pubblichiamo.

Mercoledì 10 luglio alle ore 18:00 presso la sala convegni della Città dell'Altra Economia di Roma (Largo Dino Frisullo) sarà presentato il progetto "Parlamento Elettronico M5S" ai cittadini e agli operatori dell'informazione.  Il progetto, sviluppato dal tavolo di lavoro "connettività" del M5S Lazio da luglio del 2012, è coordinato dai gruppi consiliari M5S del Consiglio Regionale del Lazio e della Lombardia.
L'obiettivo principale del progetto è di elaborare un organo democratico deliberativo digitale che dia la possibilità a tutti i cittadini di partecipare attivamente nel processo legislativo, massimizzando il rapporto fra cittadini e portavoce eletti in ogni livello istituzionale e diffondendo le pratiche di democrazia diretta elettronica con lo scopo di garantire trasparenza e partecipazione civica.

Leggi tutto...

Ricordiamo Andrea Gallo.

don gallo.jpgRiceviamo e volentieri pubblichiamo.

GENOVA – Ieri un lungo applauso e le note di ‘Bella ciao’ hanno salutato il feretro di don Andrea Gallo mentre lasciava la chiesa di San Benedetto al Porto, per essere trasferito alla Chiesa del Carmine per il funerale, celebrato dall’arcivescovo di Genova, Angelo Bagnasco, e da don Luigi Ciotti. Ma proprio per il cardinale e presidente della Cei ci sono stati fischi dai presenti al corteo. Bagnasco è stato anche costretto ad interrompere l’omelia, quando dall’esterno della chiesa si è levato il canto di ‘Bella ciao‘, che ha coinvolto anche i presenti in chiesa che si sono messi ad applaudire. E’ intervenuta la segretaria di don Andrea, signora Lilli, per farli smettere: ”Così mancate di rispetto allo stesso Gallo. Lui ha sempre creduto nella Chiesa”. Bagnasco ha ripreso.

Leggi tutto...

India: l'industria locale potrà produrre il farmaco anti-cancro low-cost della Novartis

farmaci.jpgdi Enrico Del Vescovo.

Da parecchi anni ormai le industrie multinazionali farmaceutiche sono in causa con l'industria locale dei paesi del Sud del mondo per la questione dei brevetti. Un caso eclatante è senza dubbio quello che ha opposto la multinazionale svizzera Novartis contro una industria locale in India. L'ANSA riporta oggi la notizia che la Corte Suprema  indiana ha respinto il ricorso dell'industria farmaceutica svizzera relativo al brevetto del  farmaco anti tumore. I giudici hanno deciso che l'industria locale ha il diritto di produrre il medicinale Glivec come farmaco  a basso costo in nome del diritto alla salute della popolazione.

 

Leggi tutto...

Pagina 2 di 26

Registrazione del Tribunale di Velletri n.29 del 22/12/2006