Alternativ@Mente - a cura di Enrico Del Vescovo

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Comunicato CAE: Aiab e Coop 29 giugno sgomberano la città dell'altra economia

altraeconomia150.jpgRiceviamo e volentieri pubblichiamo.

Questa mattina alle ore 6 le forze dell'ordine hanno compiuto un blitz entrando di forza nei locali della CAE, presidiata da giorni da cittadini e cittadine, attivisti, rappresentanti di organizzazioni sociali, sindacati e associazioni  che lavorano da oltre un anno e mezzo per ridare nuova vita alla Citta' dell'Altra Economia. Questa azione avviene all'indomani di un incontro tra gli occupanti e tre rappresentanti della cordata vincitrice del bando: Salvatore Buzzi della coop. 29 giugno, Enrico Erba e Andrea Ferrante dell'AIAB. L'incontro era stato favorito dal consigliere Andrea Alzetta ed era volto a iniziare un percorso di dialogo con gli occupanti.

Leggi tutto...

La lettera di Peacelink ai sindacati sull'ILVA.

decrescita.jpgPubblichiamo la lettera di Peacelink rivolta ai sindacati confederali il 3 Agosto 2012.

La perizia epidemiologica consegnata al gip Patrizia Todisco parla di 386 morti in 13 anni causati dall'inquinamento delle ciminiere (Foto Flickr: Gin Fizz). Ai segretari nazionali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti. Ai segretari nazionali dei sindacati metalmeccanici Fiom, Fim, Uilm, Maurizio Landini, Franco Bentivoglio e Rocco Palombella. Migliaia di lavoratori Ilva sono sfilati a Taranto ed è importante dire parole di verità.

Leggi tutto...

Le contraddizioni del caso ILVA.

ilva.jpgGiorgio Nebbia Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il caso ILVA riassume in se tutti gli aspetti e le contraddizioni della società industriale moderna basata sulla produzione e sul commercio di cose, di beni materiali. L'acciaio è una di queste merci utili, anzi indispensabili. Se l'acciaio improvvisamente sparisse scomparirebbero le automobili, i frigoriferi, le lavatrici, le case crollerebbero per il venir meno dell'armatura del cemento, non ci sarebbero ponti per attraversare i fiumi, si fermerebbe la stessa agricoltura.

Leggi tutto...

Hollande rinuncia alla TAV Torino-Lione?

notav_17_12_2005.jpgLa Francia guidata dal presidente socialista Francois Hollande è pronta a fare marcia indietro sul progetto della linea ferroviaria ad alta velocità che dovrebbe collegare Lione e Torino, meglio conosciuta da noi come TAV. La notizia ha del clamoroso e sarebbe quasi incredibile se a renderne conto non fosse stato giovedì scorso l’autorevole quotidiano d’Oltralpe Le Figaro. In Italia il fatto è stato subito riportato da diverse agenzie di stampa come l’Ansa (LEGGI), ma le tv generaliste e i quotidiani a maggior diffusione si sono ben guardati dal dare risalto ad una novità politica che potrebbe presto portare allo sgretolamento il blocco finora monolitico rappresentato daiSI TAV.

Leggi tutto...

Dove c'è la nostra pasta non "c'è più casa"

spesa.gifRiceviamo e pubblichiamo.

di Giuliana Icardi

La Barilla non è più italiana ma americana e usa grano con tassi di micotossine altissimi (ammuffito), derivante da lunghi stoccaggi al prezzo più basso possibile. L'UE nel 2006 ha alzato con un colpo di mano i livelli accettati di micotossine presenti nel grano duro, di modo che tanti paesi potranno produrre grano duro in climi non adatti badando solo alla quantità, distruggendo i contadini del sud Italia il cui grano non contiene micotossine e portando al fallimento le industrie sementiere mediterranee.

Leggi tutto...

Progetto “Centralità Romanina”: i cittadini non ci stanno.

finanza2.jpg di Enrico Del Vescovo, presidente di ITALIA NOSTRA Castelli Romani.

E’ già noto da tempo come la crescita urbanistica di Roma è destinata a stringere i Castelli Romani  in una morsa irrefrenabile ed i primi a farne la spese, chiaramente, sono i comuni limitrofi di Frascati, Grottaferrata e Marino, con conseguenze devastanti per il territorio e la qualità della vita dei cittadini, con effetti che, del resto, sono ormai già abbastanza manifesti ed, in prospettiva, saranno sempre più gravi. Nei prossimi anni si prevedono enormi colate di cemento pari a svariati milioni di metri cubi, tali da perfezionare la saldatura mortale tra Roma ed i comuni limitrofi citati.

Leggi tutto...

OCSE: Italia, retribuzioni da fame in confronto agli altri paesi europei

crisi2.jpgItalia fanalino di coda tra i paesi Ocse nella classifica degli stipendi e in top ten per la tassazione sul lavoro (cuneo fiscale al 47,6%), mentre l'ISTAT lancia l'allarme pensioni sotto i mille euro (45,5%). Barbara Weisz 

Ocse, in Italia stipendi bassi e tasse fra le più alte del mondo Stipendi bassi e troppo tassati: si potrebbe riassumere così la situazione italiana secondo il report dell’Ocse “Taxing Wages“. Il salario medio italiano è fra i più bassi fra i paesi analizzati, mentre nella classifica della tassazione sul lavoro siamo decisamente nella top ten.

Leggi tutto...

La "Fattoria Verde" di Palidoro viene tolta brutalmente ai disabili e lancia un appello.

fattoria palidoro.jpg

Un episodio certamente grave che non può non suscitare l'attenzione da parte della pubblica opinione. La Fattoria Sociale Verde Onlus, in via San Carlo, a Palidoro (Fiumicino), struttura costituita da più casali, da anni punto di riferimento per la riabilitazione di persone con handicap, sta subendo uno " sfratto" forzato. Da sabato mattina, infatti, è iniziato lo sgombero dello spazio, in quanto è scaduta l’assegnazione dell’area all’associazione impegnata nel sociale, con un servizio rivolto a una trentina di persone. I locali sono stati assegnati ad un’altra associazione, la Fons Perennis. 

Leggi tutto...

Ricordando a pochi giorni dalla sua scomparsa Giulio Girardi

girardi.jpgDopo lunga sofferenza, seguita all’ictus che lo aveva colpito anni or sono, si è spento, alcuni giorni fa, Giulio Girardi. Filosofo, teologo, presbitero, intellettuale di fama internazionale, profondo e coltissimo, è stata una delle figure più generose che l’Italia abbia avuto in questi ultimi 60 anni. Persona dal carattere mite, ha dedicato la sua  vita alla causa dei poveri ed alla lotta per la liberazione degli oppressi, in particolare dei popoli che lui amava definire indio-afro-latino-americani. E' importante ricordare il suo contributo al dialogo fra marxismo e cristianesimo ed alla fondazione della teologia della liberazione, conosciuta, diffusa ed apprezzata in America Latina, assai meno, occorre riconoscere, in Italia.

Leggi tutto...

Associazione Culturale Punto Rosso: Appello per i NO TAV arrestati.

notav_17_12_2005.jpg Riceviamo e pubblichiamo il seguente appello ricevuto dall'Associazione Culturale Punto Rosso.

"Giovedì 26 gennaio all'alba diverse decine di persone, in varie città italiane, hanno subito perquisizioni presso le loro abitazioni in relazione ad un'indagine della magistratura di Torino concernente le mobilitazioni No Tav dell'estate 2011. Ne sono scaturiti 26 arresti e un totale di 41 provvedimenti giudiziari restrittivi delle libertà individuale. Tra queste, persone anziane, donne incinte, consiglieri comunali della valle, sindacalisti, giovani dei centri sociali.
Non è nostra intenzione mettere in discussione l'autonomia e l'indipendenza della magistratura nello svolgere il suo lavoro, in questo caso come in generale, siamo però preoccupati per questa vicenda e ci preme rendere note alcune considerazioni:

Leggi tutto...

Il movimento di protesta in Sicilia "dei forconi".

forcone.jpgPubblichiamo il seguente articolo a firma di Vincenzo (ci scusiamo, ma non conosciamo il cognome) sul movimento di protesta in Sicilia e sotto altro relativo articolo di Davide Guastalla.


Ho partecipato per un certo periodo al movimento dei cobas dell’agricoltura di qualche anno fa. Non sono agricoltore di professione, ma lo faccio per diletto. Oggi l’agricoltura la si può fare solo per diletto, quindi pagando per esso. Soprattutto per le piccole e medie aziende agricole il reddito è scomparso, si lavora in perdita. Sappiamo perchè: crollo dei prezzi dei prodotti agricoli a causa della globalizzazione selvaggia che inonda i nostri mercati di merce che odora dello schiavismo praticato nei paesi di origine, aumento insopportabile di carburanti,

Leggi tutto...

Tagliare la spesa per i cacciabombardieri si può.

cacciabombardieri.jpgdi Francesco Vignarca

“Non credo proprio che sarà così” pare abbia detto il neo ministro della Difesa, l’ammiraglio Giampaolo Di Paola, a chi gli chiedeva se i “sacrifici” imposti dal Governo avrebbero riguardato anche le spese militari. “La crisi non fa venire meno funzioni fondamentali come la Difesa”. E i pacifisti potranno pure avere il diritto di esprimere la propria opinione ma “che sia corretta è da vedere” ha concluso il ministro. Su questo tema il caso emblematico è quello dei cacciabombardieri d’attacco Joint Strike Fighter F-35, il programma militare più costoso della storia guidato dagli Stati Uniti in compartecipazione con altri 8 Paesi tra cui l’Italia (che è partner di “secondo livello” come la Gran Bretagna).

Leggi tutto...

Pagina 4 di 26

Registrazione del Tribunale di Velletri n.29 del 22/12/2006