Lavoro

Data di pubblicazione: 
Domenica 05 Agosto 2012

Le contraddizioni del caso ILVA.

Giorgio Nebbia nebbia@quipo.it

Il caso ILVA riassume in se tutti gli aspetti e le contraddizioni della società industriale moderna basata sulla produzione e sul commercio di cose, di beni materiali. L'acciaio è una di queste merci utili, anzi indispensabili. Se l'acciaio improvvisamente sparisse scomparirebbero le automobili, i frigoriferi, le lavatrici, le case crollerebbero per il venir meno dell'armatura del cemento, non ci sarebbero ponti per attraversare i fiumi, si fermerebbe la stessa agricoltura.

Data di pubblicazione: 
Domenica 09 Ottobre 2011

Riflessioni sulla tragedia delle quattro operaie morte a Barletta che lavoravano in nero!

Ad una settimana dal disastro di Barletta pubblichiamo le seguenti riflessioni.

Lunedì 3 ottobre, alle 12.30, una palazzina di tre piani in via Roma, a Barletta, si accartoccia su se stessa e crolla. Nel sotterraneo, un laboratorio tessile, dove lavoravano in nero per 3,95 euro l’ora 12 operaie a confezionare capi d’abbigliamento. Dalle macerie vengono salvate 8 operaie, ma 4 di loro vengono estratte morte insieme alla figlia quattordicenne dei proprietari del laboratorio che stava entrando nella palazzina al momento del crollo. E’ l’ennesima tragedia annunciata, un assassinio annunciato!

Data di pubblicazione: 
Giovedì 30 Giugno 2011

USB ( Unione sindacale di base ) critica l' accordo su rappresentanza

Charlie Chaplin tra gli ingranaggiRiceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato della USB

“L’accordo tra Confindustria e Cgil, Cisl, Uil e Ugl su contratti e rappresentanza sindacale colpisce pesantemente quel poco di democrazia ancora esistente nei posti di lavoro e consolida il monopolio assoluto delle organizzazioni sindacali che condividono il percorso di completo snaturamento del movimento sindacale”, così Fabrizio Tomaselli, dell’Esecutivo Confederale USB, riguardo all’accordo sottoscritto il 28 giugno scorso.

Data di pubblicazione: 
Domenica 17 Ottobre 2010

Gustavo Zagrebelsky: solidarietà con la FIOM

Bandiere FIOM"C'è l'esigenza fondamentale di giustizia e di ricomposizione di una società rotta da troppe fratture, la prima delle quali riguarda il mondo del lavoro". Lo ha detto il presidente emerito della Corte Costituzionale, Gustavo Zagrebelsky, in collegamento telefonico da Firenze con piazza San Giovanni per la manifestazione della Fiom.

Data di pubblicazione: 
Martedì 10 Agosto 2010

La globalizzazione arriva alla FIAT di Pomigliano

Charlie Chaplin in fabbrica Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

di Marcello Malerba della Slc Cgil Padova, ex segretario dei Metalmeccanici Fiom. È gradita la vostra opinione (marcello.malerba@cgilpadova.it).

Operai e capitale: la globalizzazione arriva alla FIAT di Pomigliano. Giunti all’epilogo la FIOM-CGIL ha detto no. Non credo potesse fare altro. Un brivido è corso nella classe operaia italiana al cui interno...

Data di pubblicazione: 
Giovedì 11 Febbraio 2010

Il dramma dei lavoratori dell'Alcoa

Un altro Urlo di Munch di Giuseppe Carroccia

Oggi, giovedì 11 febbraio 2010, una delegazione degli operai dell’Alcoa tornerà Roma per presidiare piazza Montecitorio, il Parlamento, mentre a Palazzo Chigi, nella sede del governo, dalle 19,30 si svolgerà l’incontro tra le organizzazioni sindacali, i delegati dei lavoratori, i rappresentanti degli enti locali, il governo e i dirigenti italiani della multinazionale.

Data di pubblicazione: 
Mercoledì 03 Febbraio 2010

Come licenziare 9000 persone senza che nessuno se ne accorga

Licenziamento riceviamo e  pubblichiamo

AGILE – ex  EUTELIA: e’ iniziato il  licenziamento dei primi 1200 lavoratori di OLIVETTI-GETRONICS,  BULL-EUTELIA, NOICOM-EDISONTEL tutti confluiti in AGILE s..r.l. ora  Gruppo Omega. Agile, ex Eutelia, è stata consegnata a professionisti  del fallimento ed è stata svuotata di ogni bene mobile  ed immobile.

Data di pubblicazione: 
Mercoledì 30 Dicembre 2009

ISPRA: i precari in lotta di nuovo chiusi dentro i cancelli dalla struttura commissariale

La protesta dei precari ISPRA Riceviamo e volentieri pubblichiamo il seguente comunicato stampa

“Al nuovo irrigidimento della struttura commissariale rispondiamo generalizzando la lotta”, annuncia Claudio Argentini, della Segreteria Nazionale USI RdB Ricerca. “Da stamani i cancelli della sede ISPRA di via Casalotti 300, dove da 38 giorni prosegue l’occupazione pacifica del tetto da parte dei precari che

Data di pubblicazione: 
Venerdì 08 Febbraio 2008

Un'altra morte in cantiere.

Artwork Pomezia (RM): un'altra morte bianca in un cantiere

 

Il sindacato FILLEA-CGIL: "Chiediamo al Comune un tavolo sulla sicurezza".

Oggi, 8 febbraio 2008, intorno  alle ore 10.30, in un cantiere dove si stavano costruendo alloggi per appartenenti alla guardia di finanza, è stata stroncata un'altra giovane vita: Piotr Opala di 34 anni, cittadino polacco, ha perso la vita colpito da una lastra di cemento che era stata issata per realizzare un solaio.